venerdì 22 luglio 2016

Lavanda!!!


Lavanda, profumo di Provenza 

Il fiore di cui parleremo oggi in collaborazione con il blog Nonsolosapori è la lavanda.
Nome Scientifico: Lavandula vera
Famiglia: Labiatae
Origine: Regione mediterranea

L’uso della  lavanda ha origini molto antiche, infatti veniva utilizzata dai romani per aromatizzare i loro bagni. Questo fiore molto bello e profumatissimo non ha solo la caratteristica di profumare ma possiede numerose proprietà di cui alcune utili in campo cosmetico, come: lenitive, antisettiche, addolcenti, balsamiche e calmante, si rivelano utili in tutti quei casi in cui la pelle sia arrossata, irritata. Sono anche note le proprietà calmanti e capacità di conciliare il sonno.
Ma come la si può utilizzare in campo cosmetico? Sotto forma di estratti, oli essenziali e idrolati.
Per realizzare le ricette che vi sto pre propporre ho utilizzato: olio essenziale, macerato oleoso (oleolito) e tintura madre, scoprite come nei due link sotto. Cosa avrà combinato con la lavanda Fabio Foli di Nonsolosapori ? scopritelo cliccando il link =>http://nonsolosapori.it/collaborazione-lavanda-un-delicato-profumo-dalla-provenza/





Immaginate se la sera, quando vi sdraiate sul vostro letto chiudendo gli occhi, vi ritrovaste come per magia in un campo di lavanda... e che a ogni vostro respiro ne riusciste ad assaporare il profumo.
Immaginate poi di sentire solo i suoni della notte, come in aperta campagna, di essere cullati da un vento fresco e leggero... sotto a un immenso cielo stellato...
Bello vero? Tutto questo immaginare mi ha ispirato a racchiudere quest’atmosfera in una boccetta, in modo da poterla ricreare tutte le volte che vorrei rituffarmici dentro.


Pensate che non sia possibile? Oh si che lo è, si chiama “sweet dreams”. Spray che aiuta a dormire notti serene!







Dopo puntura di insetto
Quale immagine più dolce dei macarons potevano rendere l’idea? dolce nel profumo come un raffinato macaron lavanda e limone, e dolce sulle irritazioni!!!
http://www.spignattidea.com/2016/07/unguento-lenitivo-dopo-puntura-di.html


Nessun commento:

Posta un commento