giovedì 15 settembre 2016

Pasta all'ossido di zinco

Pasta all'ossido di zinco

15/9/2016
La foto che ho scelto per l’articolo è un concentrato di primavera. Anche se siamo alle porte dell’autunno non posso non immaginare così una foto che ritrae il fiore della camomilla.
La formula che vi propongo è la “pasta all’ossido di zinco” molto lenitiva di suo resa se possibile, ancora più addolcente grazie alla presenza di oleolito di camomilla.

Ingredienti:

Burro di karitè 45 gr
Ossido di zinco 30 gr
Oleolito camomilla 15gr
Olio di jojoba 14gr
Vitamina E 1gr

Come procedere?

  • stemperare l'ossido di zinco in una parte di olio
  • fondere a b.m. il burro di karitè appena si sarà fuso togliere dal b.m. ed aggiungere il resto degli oli e l'ossido di zinco sciolto precedentemente
  • quando tutto sarà unito rimescolare fino ad ottenere una pasta cremosa abbastanza da poter sospendere la polvere di ossido di zinco
  • versare in un contenitore, meglio se in alluminio (vedi foto), e lasciare solidificare a temperatura ambiente.


la pasta all ’ossido di zinco è  molto utilizzata per arrossamento ed irritazione da pannolino, anche se in realtà  è ottima anche in altre circostanze: dermatiti, brufoli post ceretta, irritazioni da rasoio, brufoli, piaghe ecc. grazie alle sue proprietà addolcenti, cicatrizzanti ed antibatteriche.

Per la ricetta dell'oleolito di camomilla cliccate sul seguente link: http://www.spignattidea.com/2016/09/oleolito-di-camomilla.html

1 commento:

  1. si puo mettere su tutto il viso oppure solo sui brufoleti xhe si hanno invece per l'acne giovanile ad un ragazzo per es deve metterla tutte le sere ? ,scusa le domande vorrei farla a non so ,im che modo si deve usarla quesa crema , grazie

    RispondiElimina