sabato 4 febbraio 2017

PROFUMO PER CAPELLI

Nuvola

Profumo per capelli


Da tempo avevo questo tarlo in testa: realizzare un profumo per capelli che non fosse acquoso, siliconico, alcolico, eccessivamente unto. Bella sfida,ma niente è impossibile.
Ho  pensato a lungo su come riuscire, ho fatto tante prove tutte fallite miseramente.
Un giorno poi, per puro caso, quasi per sbaglio ho trovato quello che cercavo.
 In realtà ci avevo quesi rinunciato concentrendomi su un altro tipo di formula, cioè i cristalli liquidi bio ma il era risultato pessimo come cristalli ma ottimo come profumo. Il dry touch è infatti così leggero che per ungere i capelli (almeno i miei) dovrei usarne tantissimo.
Sono sicura che in molti storceranno il naso e ne saranno dubbiosi, anche io lo ero all’inizio ma poi ho capito che sarebbe stata una soluzione ottima. Ho testato questo prodotto per una settimana e i capelli non erano per niente unti o appesantiti.

Io ho formulato per 30g di prodotto perché ne basta davvero poco per risultati sorprendenti.

Formula
Dry touch 28g
Essenza 1,7g
Olio di macadamia 0,3g

Come procedere?
Mescolare gli oli con  essenza e versare in un vaporizzatore da 30g

Come si usa?
Basta vaporizzare dirittamente sui capelli oppure prima sul palmo della mano e distribuire su tutte le lunghezze. Consiglio di fare attenzione ai capi d’abbigliamento perché potrebbero macchiarsi.

Ne bastano 1-2 applicazioni al giorno per dare profumo ai capelli che dura tutto il giorno.

Sostituzioni?
Il dry touch non vi consiglio di sostituirlo perché gli altri oli o esteri non hanno la stessa resa a parer mio, ma se proprio non volete usarlo potrebbe andar bene il coco light di glamour molto simili come texure. È parente stretto della paraffina ma in versione vegetale, infatti questo che ho usato deriva dall’olio di cocco. La sua struttura è semplice composto da 12atomi di carbonio e 26 atomi di idrogeno (C12H26)
Olio di macadamia sostituibile con qualsiasi olio leggero,  medio, o non metterlo dipende molto dai vostri capelli, i miei sono secchi e quella piccola quantità non guasta.
La dose dell’essenza può variare in base al tipo di essenza e ai vostri gusti.

All’inizio dell’articolo ho scritto che stavo formulando i cristalli liquidi bio, secondo voi ci sono riuscita?
Certo, dopo tanto tempo sono riuscita ad ottenere un prodotto che mi piace davvero e vale la pena condividere.





Nessun commento:

Posta un commento